itenfrdejaptrorues

  Visitatori:

Archivio News

I FALCHI GRILLAI DEL PARCO NAZIONALE DELL'ALTA MURGIA SARANNO SEGUITI CON IL SATELLITE NELLA LORO MIGRAZIONE VERSO L'AFRICA SUB-SAHARIANA

Il progetto “Il Parco per il grillaio”, promosso dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia e realizzato in collaborazione con la Lega Italiana per la Protezione degli Uccelli (LIPU), è quest’anno orientato alla conoscenza delle rotte di migrazione di 4 individui di Falco grillaio (Falco naumanni) durante la migrazione pre-nuziale e lo svernamento in Africa utilizzando il segnale di localizzatori satellitari.        

LA FAUNA SELVATICA DEL PARCO NAZIONALE DELL'ALTA MURGIA: UN'ESTATE DI MONITORAGGIO E DI SALVAGUARDIA

Le attività di salvaguardia, monitoraggio e tutela della fauna selvatica nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia sono particolarmente intense nei mesi estivi. Da giugno continuano senza tregua le azioni di monitoraggio del lupo, tramite raccolta di materiale biologico e tramite fototrappolaggio al fine di individuare le zone calde di riproduzione del carnivoro e focalizzare gli sforzi per il wolf howling (la tecnica di acquisizione delle risposte dei lupi al lancio di un richiamo), la cui prima sessione si è conclusa nei giorni scorsi.

DALLA NORVEGIA I COMPLIMENTI AL PARCO NAZIONALE ALTA MURGIA

Hans Munthe-Kaas è un appassionato ornitologo e birdwatcher norvegese che ha visitato il nostro Parco d è rimasto incantato dal numero di specie di uccelli selvatici che ha potuto ammirare. Mr. Munthe-Kaas ritiene che il nostro Parco non abbia nulla da invidiare all'Estremadura nella quale si era recato recentemente e ritiene che possa essere una destinazione molto attrattiva per i birdwatcher. Mr. Munthe-Kaas ha chiesto alla guida che lo accompagnava se fosse possibile avvistare e fotografare esemplari di ghiandaia marina(Coracias garrulus), una specie non presente nell'Europa settenrionale. Subito accontentato e Hans è diventato un gran tifoso del nostro Parco!
Di seguito la mail di Hans Munthe-Kaas che ringraziamo per le splendide parole rivolteci.

CENTRO RICERCHE "BONOMO": L’ENTE PARCO TRASFORMA LA PROTESTA DEGLI EX DIPENDENTI IN PROPOSTA

La questione del Centro Ricerche “Bonomo” di Andria è stata al centro di un incontro tra l’Ente Parco Nazionale dell’Alta Murgia, rappresentato dal Vice Presidente Cesareo Troia e dal Direttore Fabio Modesti, ed un gruppo di ex dipendenti del Centro Ricerche.
La richiesta di incontro da parte di questi ultimi è scaturita in seguito al comunicato diffuso dall’Ente Parco con il quale si è riproposto un progetto dell’Ente teso alla rivitalizzazione del Centro Ricerche attraverso il recupero funzionale di un fabbricato, nell’ambito del compendio della Fondazione “Bonomo”, e l’individuazione di linee di ricerca dal forte contenuto scientifico in campo ambientale ed agronomico.

SUL CENTRO DI RICERCHE "BONOMO", IL PARCO NAZIONALE DELL'ALTA MURGIA C'È SEMPRE STATO

Il carro di giuste lamentazioni che si sta muovendo per l’inattività del Centro Ricerche “Bonomo” ad Andria-Castel del Monte e la ricerca di nuove risorse, non solo finanziarie, per la sua riattivazione, non trovano l’Ente Parco Nazionale dell’Alta Murgia impreparato e disinteressato.

Già tra il 2008 ed il 2011 l’Ente Parco ha messo a punto un progetto di recupero funzionale di un fabbricato sito nel compendio del Centro “Bonomo” assieme ad un progetto per la costituzione di un Centro Formazione e Studi di Ecologia Rurale in Ambiente Mediterraneo (CEFRAM) nello stesso Parco Nazionale. Un progetto definito sia a livello ingegneristico ed architettonico che per le linee di ricerca. La finalità del Centro Studi era la formazione degli operatori agro-silvo-pastorali, dei professionisti del settore e la ricerca scientifica. Inoltre si prevedeva la divulgazione delle conoscenze, oltre alle azioni di educazione e di informazione ambientale,indirizzata alla popolazione locale, ai turisti ed ai visitatori di altre Nella proposta era anche previsto un “Ecosito mediterraneo sui cambiamenti climatici e la sostenibilità”.

DISPOSIZIONI TECNICHE PER INTERVENTI FORESTALI NEL PARCO NAZIONALE DELL'ALTA MURGIA

Le Disposizione tecniche per l’esecuzione degli interventi forestali all’interno del Parco nazionale dell’Alta Murgia  sono state rettificate al fine di garantire una più semplice e celere esecuzione delle operazioni di messa in sicurezza delle aree boscate dagli incendi.
 
“Disposizioni tecniche per l’esecuzione di operazioni forestali e di prevenzione incendi nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia”, approvate con D. D. n. 180 del 01/07/2016, rettificate e riapprovate con D.D. n. 134 del 06/06/2017.
 

PROSEGUE IL RICCO PROGRAMMA DI EVENTI DELLA IV EDIZIONE DI SUONI DELLA MURGIA NEL PARCO NAZIONALE DELL’ALTA MURGIA.

Dopo il successo dei primi appuntamenti della IV Edizione di Suoni della Murgia nel Parco, prosegue il ricco programma di eventi. Sabato 24 giugno il Concerto alla sera La Notte delle Chitarre” con Vito Nicola Paradiso, Giuseppe De Trizio e Adolfo La Volpe. Si inizia alle ore 20.30 a Ruvo di Puglia (Ba) presso l’Atrio dell’Officina del Piano per il Parco “Don Francesco Cassol”. Mentre domenica 25 giugno il programma prosegue a Gravina in Puglia (Ba) località Capotenda per il Concerto alla Sera con inizio alle ore 21.00 di BANDA ADRIATICA.  L’ingresso ai concerti è gratuito.

CASTEL DEL MONTE: UN’AMBULANZA ATTIVA TUTTI I GIORNI FINO AL 15 OTTOBRE

Per il secondo anno consecutivo, a Castel del Monte sarà attiva tutti i giorni dalle 10 alle 18 una ambulanza con autista-soccorritore e un soccorritore. Il servizio, realizzato dalla Asl Bt su richiesta e in collaborazione con il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, è entrato in funzione il 15 giugno e andrà avanti fino al 15 ottobre.

E’ ON-LINE IL NUOVO SITO WEB DEL PARCO NAZIONALE DELL’ALTA MURGIA

E’ on-line il nuovo sito internet del Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Le principali novità riguardano la home page, completamente rivista nella grafica, che accoglie i visitatori indirizzandoli alle diverse sezioni, fornendo maggior risalto alle immagini. La struttura si presenta quindi ora con contenuti più funzionali e innovativi organizzata in sezioni tematiche: “Ente gestore”, all’interno della quale sono contenute tutte le informazioni relative alla struttura amministrativa ed organizzativa, “Visitare il Parco”, sezione dedicata alla conoscenza e fruizione dell’area protetta e “Bandi ed avvisi”.