itenfrdejaptrorues

  Visitatori:

Archivio News

"IL PARCO PER IL GRILLAIO" - IL 4 E 5 MAGGIO TORNA IL CENSIMENTO DEL GRILLAIO IN PUGLIA E BASILICATA

Il Falco grillaio (Falco naumanni) continua ad essere monitorato dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia e della LIPU e il censimento generale della popolazione apulo-lucana è il primo passo per conoscerne lo stato di conservazione.
Il censimento, coordinato per conto dell’Ente Parco dalla LIPU Sezione di Gravina e Alta Murgia, si svolge regolarmente da 9 anni ed è il risultato della collaborazione fra diverse associazioni del territorio e numerosi volontari che si danno appuntamento presso i famosi “dormitori” urbani. Si tratta di alberi particolarmente importanti per il Grillaio, la cui tutela contribuisce alla conservazione della specie. In ogni città dove il rapace nidifica (ossia Gravina, Altamura, Santeramo in Colle, Minervino Murge, Cassano delle Murge e recentemente Andria) ne è presente almeno uno presso il quale ogni sera i piccoli falchi si radunano per trascorrervi la notte.
Scopo dell’iniziativa è quella di contare i grillai in tutte le città, in modo da avere una istantanea del numero complessivo e confrontarlo con i dati degli scorsi anni. In questo periodo è più elevata la probabilità di contarne il maggior numero possibile, prima che inizi la deposizione delle uova allorquando le femmine saranno impegnate nella cova all’interno del nido.
Il censimento del grillaio è un tipico esempio di Citizen Science, ovvero la partecipazione di appassionati o comuni cittadini ad un’attività di ricerca scientifica per la quale chiunque può dare il proprio contributo. Particolarmente utile in questo caso in cui sono necessari decine di volontari distribuiti contemporaneamente nei pressi di altrettanti alberi, pronti a contare i grillai non appena si posano sui rami degli alberi, poco prima del tramonto.
Altro importante obiettivo del progetto è quello di sensibilizzare i cittadini sull’importanza di tutelare i luoghi dove nidifica il grillaio se si vuole garantire la sua presenza nelle nostre città. E’ sempre utile ricordare che uno dei maggiori pericoli per la specie è rappresentato dalle ristrutturazioni di edifici, chiese, campanili e antichi monasteri che impediscono per sempre al grillaio di nidificare, chiudendo tutti gli accessi ai sottotetti, ai fori pontai e agli spazi sottocoppali.
Gli effetti negativi delle continue ristrutturazioni edilizie da parte di singoli cittadini, degli enti ecclesiastici e degli attuali programmi di rigenerazione urbana sono rilevabili con un monitoraggio continuo e ripetuto nel tempo. Ecco quindi l’utilità del censimento promosso dall’Ente Parco Nazionale dell’Alta Murgia: numeri più bassi rilevati nel corso del tempo possono evidenziare la necessità di migliorare i regolamenti edilizi introducendo semplici accorgimenti e linee guida per evitare la distruzione dei nidi.
Chiunque può partecipare al censimento o semplicemente chiedere qualcosa in più sulla vita di questo bellissimo e affascinante cittadino alato avvicinandosi agli alberi dormitorio durante l’attività.
Per informazioni contattare la Lipu al 347.7578517 o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..  
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn