itenfrdejaptrorues

  Visitatori:

Archivio News

UN PARCO PER LA NATURA, I CITTADINI, E UNA NUOVA ECONOMIA SOSTENIBILE E CIRCOLARE

Il Parco delle tre “C”
CONOSCENZA quale strumento di comprensione ed evoluzione territoriale (piano del parco e patto ambientale).
CONSAPEVOLEZZA di possedere un PATRIMONIO unico da tutelare e difendere perché parte della nostra IDENTITA’.
CONDIVISIONE come uso del bene comune nel rispetto sostenibile della risorsa e dello spazio (sussidiarietà). Con deliberazione del Consiglio Direttivo n. 5 del 19 gennaio 2018  il Parco ha assunto il provvedimento concordato in sede MIBACT e MISE per La diffusione di connettività Wi-fi e piattaforme intelligenti sul territorio italiano per l’attuazione di misure sperimentali e di buone pratiche di valorizzazione del patrimonio culturale”, da sviluppare in cooperazione con la Regione Puglia, anche a supporto di un innovativo Piano INTEGRATO di Gestione dei siti UNESCO della Puglia tra cui Castel del Monte nell’area parco.
La GESTIONE sostenibile e innovativa dei territori ad alta valenza ambientale e culturale è una delle grandi sfide del mezzogiorno d’Italia. Modelli avanzati proposti dal MIBACT per i siti UNESCO, possono rappresentare l’occasione per attivare un Piano di Azione integrato a Regia Regionale con il Polo Museale della Puglia e il Parco per innovare i modelli di gestione del CAPITALE NATURALE E CULTURALE.
La grande sfida del SUD è sicuramente “MATERA Capitale europea della Cultura 2019”, la Regione PUGLIA e la città di MATERA sono in forte sinergie sulla mobilità dolce, l’accessibilità, l’accoglienza, la promozione della natura e della cultura di queste splendide terre. Il Parco in questa direzione ha assunto come VISION 2018 della sua azione un Piano di Azione…verso MATERA 2019 e chiesto alla Regione di condividere il lungimirante progetto dell’Assessore Capone "La Murgia Abbraccia Matera" in questo scenario i cittadini e il territorio sono i protagonisti della sfida in un quadro istituzionale aperto, condiviso e partecipato.
Il programma della Giunta comprende interventi differenziati, che portano alla realizzazione di progetti innovativi all’interno del Piano del Parco, fino alla ideazione ed attuazione di strategie e interventi da sviluppare lungo le tratte ferroviarie pugliesi dismesse. Queste misure, per 2,5 milioni di euro, saranno attuate dal Parco nazionale dell’Alta Murgia.
 
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn