itenfrdejaptrorues

  Visitatori:

Archivio News

COMUNICATO

Pubblicato sul volume 47/2017 del Canadian Journal of Forest Research, il lavoro di indagine sulla biodiversità genetica del fragno (Q. trojana), che ha visto coinvolti gli esemplari di questa specie presenti nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, il cui DNA è stato confrontato con quello di alcuni popolamenti presenti in Grecia. [Articolo]

SEMINARIO : LA BIODIVERSITA' DEGLI ARTROPODI NEL PARCO NAZIONALE DELL'ALTA MURGIA

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, in collaborazione con il Dipartimento DiSSPA dell’Università degli Studi di Bari, la BBCA associazione no-profit impegnata nel settore del controllo biologico di organismi dannosi, e con il patrocinio dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Bari, ha organizzato un seminario dal titolo La Biodiversità degli artropodi nel Parco Nazionale dell’Alta Murgiache si terrà il 19 gennaio alle 15,30 presso l’aula Magna della ex Facoltà di Agraria in via Amendola n. 165 a Bari.

IL CONTRIBUTO DELL'ENTE PARCO PER IL RICONOSCIMENTO DELL'AREA INTERNA MURGIANA

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia manifesta la propria soddisfazione per la deliberazione della Giunta regionale pugliese del 28 dicembre 2016 che, su proposta dell’assessore Capone di concerto con il dipartimento nazionale di Sviluppo e coesione ha riconosciuto la Murgia (assieme al Gargano e al Sud Salento) nel novero delle tre aree interne nell’ambito della Strategia nazionale per le Aree Interne.
La Regione destinerà tre milioni di euro – derivanti dal POR Puglia Fesr 2014-2020 (Programma Operativo Regionale – Fondo europeo di sviluppo regionale -  per ogni area, quale quota regionale di partecipazione.
“Questo percorso – dichiara Cesare Veronico, presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia- ha visto l’Ente Parco tra i suoi principali promotori e attori, a partire dallo scorso 24 maggio quando a Poggiorsini, sono intervenuto personalmente nel Focus Group a sostegno della candidatura di Spinazzola e Poggiorsini come 'area pilota' per la strategia nazionale per le aree interne.  In quel contesto, alla presenza, tra gli altri, dei Sindaci di Spinazzola, Nicola De Tullio e Poggiorsini, Michele Armienti avevo illustrato al gruppo di lavoro presieduto da Fabrizio Barca - responsabile del Comitato nazionale delle Aree Interne - l'unicità di questo territorio e le sue potenzialità, il ruolo svolto dal Parco per la valorizzazione dell’area murgiana, a lungo ritenuta periferica. Abbiamo definito insieme una strategia per l’intero territorio, evidenziando la necessità di maggiori investimenti pubblici per servizi essenziali come mobilità, welfare e sanità che possono consentire a quest’area di crescere ulteriormente, con benefici immediati sulle popolazioni residenti e su quanti, sempre più, raggiungono l’Alta Murgia per visitarla”.

ATTIVO IL NUOVO SERVIZIO DI WEB GIS DEL PARCO NAZIONALE DELL'ALTA MURGIA

A partire dal nuovo anno sarà possibile usufruire del servizio cartografico del Parco Nazionale dell’Alta Murgia con tecnologia WebGIS attraverso un link dedicato sul sito istituzionale indirizzato a http://85.33.124.133/apps/AltaMurgia/, per la consultazione del Piano per il Parco Nazionale dell’Alta Murgia.
Il sistema è realizzato con interfaccia utente intuitiva con caratteristiche responsive in modo da essere richiamato con qualsiasi dispositivo (personal computer, tablet e smartphone) ed è funzionante senza l’installazione di ulteriori componenti software.

CAMPO DI VOLONTARIATO NATURALISTICO NEL PARCO NAZIONALE DELL'ALTA MURGIA

“BEFANA SULLA MURGIA”
Dal 5 al 8 Gennaio 2017

Ancora una volta, il Parco Nazionale dell’Alta Murgia in collaborazione con l’Associazione Inachis Bitonto, nell’ambito del piano d’azione della Carta Europea del Turismo Sostenibile, patrocina il programma annuale “I Sentieri dei Volontari” per la diffusione della cultura del volontariato naturalistico come modello di impegno civile. I volontari saranno impegnati nella realizzazione e manutenzione della segnaletica minima orizzontale sui sentieri del Parco descritti nella guida “Passeggiate agro-ecologiche” pubblicata nel 2013 (http://www.parcoaltamurgia.gov.it/cartografia2014/).

PARCO ALTA MURGIA - IL BILANCIO DEL 2016

foto eventoSi è tenuta nella sala del Colonnato della Città Metropolitana di Bari la conferenza stampa di fine anno del Parco Nazionale dell’Alta Murgia con la distribuzione del calendari 2017 del Parco.
All’incontro hanno partecipato il Presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia Cesare Veronico, il vicepresidente Cesareo Troia e il membro del Consiglio Direttivo Francesco Tarantini.
Il Presidente Veronico ha illustrato, nel corso della conferenza, i principali obiettivi raggiunti dall’Ente e i progetti avviati: “è stato un anno importante, cominciato con due eventi che hanno segnato l’inizio del 2016: l’insediamento del Consiglio Direttivo dopo un’attesa di 5 anni e l’approvazione del Piano per il Parco, strumento fondamentale per la governance del territorio che rappresenta il fiore all’occhiello dell’amministrazione dell’Ente”.

IL PARCO PARTECIPA A QUATTRO PROGETTI CANDIDATI AL PROGRAMMA DI COOPERAZIONE INTERREG V-A GREECE-ITALY 2014-2020

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia sostiene in partnership quattro progetti candidati al programma di cooperazione Transfrontaliera Interreg V – A Grecia – Italia 2014-2020.
I progetti riguardano i tre Assi Prioritari del Programma: innovazione e competitività finalizzata a realizzare servizi per piccole imprese innovative; gestione integrata dell’ambiente con progetti di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e delle risorse naturali; sistema dei Trasporti Multimodale sostenibile.

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO, IL PARCO PARTECIPA A DUE PROGETTI STUDENTESCHI

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia parteciperà a due attività di “alternanza scuola-lavoro” proposte da istituti scolastici superiori del territorio.
Gli studenti del “Liceo Statale “G. Tarantino” di in Gravina in Puglia e gli studenti dei licei “A. Oriani” e “Federico II” di Corato saranno impegnati in un percorso formativo di 60 ore in cui parteciperanno attivamente alle iniziative dell’Ente Parco, contribuendo con specifici progetti.