itenfrdejaptrorues

    AZIENDE AMICHE DEL PARCO: Verna Saverio

    logo evento

     Ubicazione
     
    70022 – Ruvo di Puglia (BA) - Località C.da Lama d’Ape, SP 238
     
    Contatti            
     
    Tel. Cellulare:  3334592656
     
    E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  WEB: http://www.imurgini.it
     
    Tabella sintetica
    AZIENDA AGRICOLA"I MURGINI" DI SAVERIO VERNA
    Nome storico del centro aziendale Masseria Modesti
    Coordinate geografiche del centro aziendale X 618749 ; Y 4538217
    SAU 250 ha
    SAT 294 ha
    Vegetazione naturale/seminaturale   40 ha
    Territorio comunale Ruvo di Puglia (Ba)
    Agriturismo SI
    Fattoria didattica SI
    Appartenenza a consorzi o associazioni territoriali NO
    Azienda con prodotti agricoli certificati in biologico SI
    Presenza allevamento animali NO
    Allevamento brado NO
    Trasformazione dei prodotti in azienda SI
    Vendita prodotti presso azienda SI
    Tipologia di prodotti venduti in azienda Legumi, cereali frise e prodotti da forno.
    Tipologie colturali principali Cereali e leguminose
     
    Prodotti aziendali
    In azienda si possono acquistare diversi prodotti provenienti dalla coltivazione in biologico e dalla trasformazione in loco tra questi avena nuda, ceci, cicerchie, farro, fave, lenticchia altamurana, orzo nudo e piselli. L’azienda riesce a sterilizzare i legumi attraverso l'utilizzo delle microonde eliminando gli insetti che infestano gli stessi nelle fasi di post-raccolta e conservazione.
     
    INTRODUZIONE
    L’azienda Agricola “I Murgini” di Saverio Verna si sviluppa all’interno del complesso masseriale  noto come Masseria Modesti, in agro di Ruvo di Puglia,  negli anni “90 complesso agrituristico dotato di  centro equitazione e campo volo per aerei ultraleggeri. L’azienda si trova in contrada Lama d'Ape, epiteto che richiama la presenza, in passato, lungo i versanti dell’omonima lama di numerosi favi di api.
     Con la crisi degli ultimi anni ed il contemporaneo aumento della concorrenza,  l’azienda ha rimodulato la propria attività, puntando maggiormente sulle produzioni agricole in biologico, quali legumi e cereali, mentre il ristorante funziona esclusivamente su prenotazione. L’azienda non possiede animali ed è costituita in massima parte da seminativi, in cui si avvicendano cereali e legumi, in alternanza biennale, oltre ad un bosco costituito in prevalenza da conifere.
     
    Posizione e raggiungibilità
    Accesso dalla S.P. 238 Corato-Altamura, la svolta per raggiungere l’azienda è  indicata da apposita segnaletica, proseguendo su strada asfaltata in direzione della seconda Mediana della Murgia, dopo circa due chilometri sulla sinistra si trova l'Azienda, dotata di ampio parcheggio.
     
    ASPETTI PAESAGGISTICI E STORICI
    Il nucleo antico dell’azienda è denominato “Masseria Modesti” e fu edificato nel XVIII secolo: esso comprende abitazioni padronali, stalle, una piccola cappella consacrata ed un grande forno in pietra; poco distante si trova lo Jazzo Modesti, antico ovile in pietra che merita una visita, nonostante uno stato di conservazione precario. Dal punto di vista paesaggistico la murgia di Lama D’Ape è un gradevole susseguirsi di appezzamenti coltivati, uliveti, mandorleti, pinete e campi di cereali, intervallati da numerose stradine interpoderali, punteggiate da  trulli e  cisterne in pietra a secco. Si colgono ancora i segni delle presenze umane succedutesi nei secoli, in particolare tra XIX e XX secolo, quando tutta questa zona era abitata da contadini operosi, che curavano con dedizione piccoli poderi, dai quali traevano sostentamento per  la propria famiglia.
    A breve distanza dalla Masseria vi è il Bosco Scoparello, querceto ceduo di proprietà comunale, lembo superstite dei vecchi querceti che ammantavano la Murgia in tempi antichi. Tra il bosco ed i seminativi si colloca la zona a pascolo arbustato, mossa da lame ad andamento sinuoso. L’utilizzazione storica del territorio nei secoli ha comportato anche la realizzazione di vecchi tratturi e strade, di cui permane qualche resto, come nel caso dell’antico acciottolato della strada Corato-Gravina ai margini del territorio aziendale o di alcune case dell’Ente Riforma edificate tra gli anni “50 e “60. Negli anni “80 in località “Lama d’ape” è stata costruito un tratto della II Mediana delle Murge, strada rimasta poi incompiuta. Nello stesso periodo,  la crescente meccanizzazione ha comportato il dissodamento di vaste aree precedentemente adibite a pascolo, in cui, oggi, si collocano i seminativi.
     
    ASPETTI NATURALISTICI ED ESCURSIONISTICI
     
    L’habitat naturale di maggior rilievo attorno all’azienda è il  “pascolo arbustato”,  con densi cespuglietti costituti da mandorlo e pero selvatico, specie che preparano il substrato per l’insediarsi del bosco. Questa tipologia di ambiente ospita varie specie animali e vegetali di pregio: oltre al già citato mandorlo selvatico (Prunus webbii), si rinvengono diverse orchidee spontanee, tra cui l’endemica Ophrys  oxyrrinchos subsp.  parvimaculata. La ricchezza in arbusti spinosi, fa sì che le averle, passeriformi con l’aspetto di piccoli rapaci, caccino ortotteri ed altri insetti nelle aree aperte,  infilzandole poi nelle spine degli arbusti, a mo’ di dispensa.
    La vicinanza del querceto è evidente anche dalla presenza di grosse querce nei dintorni del centro aziendale, in massima parte roverelle (Quercus pubescens), ma anche di un fragno secolare (Quercus trojana), posto in vicinanza dello jazzo Modesti. Nel territorio aziendale è situato anche un vecchio votano ormai abbandonato, che d’inverno si riempie di acqua e la conserva sino alla tarda primavera, fungendo da oasi per numerose specie animali, quali le rane verdi e natrici dal collare, oltre all’avifauna in  migrazione.
    La presenza di numerose stradine interpoderali facilita una visita in zona da parte di escursionisti a piedi e bikers. A questo proposito, si ricorda il passaggio della prima ciclovia realizzata dall’Ente Parco a margine dei seminativi aziendali, mentre transitano nei pressi del centro aziendale coloro che seguono il percorso  in mountain bike MB 02 AM, descritto nella guida “TRA GRILLAI E CALANDRE” edita dall’Ente Parco nel 2013.
     
    Il proprietario racconta
    Si racconta  che durante le invasioni che interessarono la città di Ruvo di Puglia ed altre città costiere da parte di popolazioni straniere i Ruvesi si riversarono nelle campagne circostanti e tra queste l’azienda Modesti. In quest'azienda la presenza di una cappella e di un forno erano  considerati un importante punto di riferimento per la popolazione. 

    {gallery}officinadelpiano2013/PROGETTO AGROECOSISTEMI/azione1/FOTO/FOTO PAM_028_Verna S:::0:0{/gallery}
    Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn