panorama panorama panorama panorama panorama panorama
Vsmart Extensions

Appuntamenti

Previous Succ.
10 OTTOBRE: PARTE DA GRAVINA LA RASSEGNA DEDICATA AL ‘VANGELO' DI PASOLINI
Pier Paolo Pasolini torna a confrontarsi con quel Sud che cinquant&rsq...
22 E 23 NOVEMBRE - CORSO DI BIRDWATCHING AL CENTRO VISITE DEL PARCO
Sabato 22 e domenica 23 novembre, dalle 9 alle 18, al Centro Visita...
UN NUOVO SENTIERO NEL PARCO REALIZZATO DAI VOLONTARI DI INACHIS BITONTO
L’iniziativa fa parte delle azioni inserite nel percorso della C...
PARTONO GIOVEDI 20 NOVEMBRE GLI INCONTRI DI MURGIA METROPOLITANA
Avviare un processo che tramite la scrittura, condivisa con abitanti e...
 26 visitatori online

  Visitatori:

immagini

Newsletter







Avvisi pubblici
Orari al pubblico
GIORNO ORARIO
Lunedì 10-13
Martedì 10-13
16-17
Mercoledì 10-13
Giovedì 10-13
Venerdì 10-13
PROGETTI ED ELABORATI - RICHIESTE, AUTORIZZAZIONI E CHIARIMENTI TECNICI
GIORNO ORARIO
Lunedì 9-13
Giovedì 9-13


UN NUOVO SENTIERO NEL PARCO REALIZZATO DAI VOLONTARI DI INACHIS BITONTO
PDF
Mercoledì 19 Novembre 2014 12:16
L’iniziativa fa parte delle azioni inserite nel percorso della Carta Europea per il Turismo Sostenibile
 
fotoCon il riconoscimento della Carta Europea per il Turismo Sostenibile, il Parco Nazionale dell’Alta Murgia ha intrapreso un fondamentale percorso partecipato per promuovere in tutta Europa il turismo di natura nel suo territorio: un progetto che prevede azioni e progetti realizzati con associazioni, aziende ed istituzioni.
In questo contesto, ed in continuità con il progetto Sentieri in Poppa che ha visto la realizzazione da parte dei volontari dell’Associazione Inachis Bitonto di un primo sentiero che tocca le località di Pietre Tagliate e Bosco di Bitonto, si inserisce l’azione I Sentieri dei Volontari che prevede la realizzazione di percorsi escursionistici denominati “Passeggiate agro ecologiche” nei territori del Parco.
Leggi tutto
 
PARTE DA BITONTO LA NUOVA CICLOVIA DEL PARCO
PDF
Lunedì 17 Novembre 2014 15:29
Il progetto finanziato per 200.000 Euro con fondi del Parco Nazionale dell’Alta Murgia
fotoÈ stato presentato nella Sala degli Specchi del Comune di Bitonto, alla presenza di Cesare Veronico, Presidente del Parco Nazionale Alta Murgia e Michele Abbaticchio, Sindaco di Bitonto, il progetto della pista ciclopedonale di collegamento tra Bitonto, il Bosco di Bitonto e la ciclovia del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.
L'opera, della lunghezza complessiva di circa 30 km metterà in contatto diretto il Parco con l'aeroporto internazionale di Bari-Palese, servito dal passante ferroviario che ha proprio a Bitonto uno dei due terminali. La ciclovia partirà dalla stazione delle Ferrovie del Nord Barese, proseguendo per le frazioni di Palombaio e Mariotto, attraverso la strada vicinale Cela, e, passando per masserie di interesse storico-architettonico, giungerà sino al Bosco comunale di Bitonto. Sarà percorribile da turisti e amanti della natura sia in bici che a piedi, con alcuni tratti adatti anche alle passeggiate a cavallo.
Il progetto, finanziato con 200mila euro e inserito con priorità "1" nel Programma Triennale delle opere pubbliche 2015-2017 approvato dall'Ente Parco il 30 settembre 2014, rientra nella rete di mobilità sostenibile già avviato dall’Ente Parco, in particolare, con i percorsi ciclopedonali Jazzo Rosso – San Magno – Castel del Monte, inaugurati nel 2013.
“Il recente conferimento al Parco Nazionale dell'Alta Murgia della Carta Europea per il Turismo Sostenibile – ha dichiarato il Presidente del Parco Cesare Veronico - attirerà sul nostro territorio un numero crescente di cicloturisti da tutta Europa. Questa ciclovia rientra in un disegno più ampio di opere, in coerenza con le previsioni del Piano per il Parco in corso di adozione da parte della Regione: una mappa di 500 chilometri di strade, già esistenti, che ci accingiamo a mettere in rete e che uniranno i comuni del Parco a Matera e Castel del Monte. Il nostro parco, sito tra Matera prossima Capitale della Cultura e Bari, è situato in una posizione strategica: un ruolo importante condiviso con il Parco regionale di Lama Balice che insiste sui territori di Bitonto e Bari. Stiamo pensando a un progetto che congiunga le nostre ciclovie al parco con cui siamo gemellati e posso anticipare che l'edizione 2015 del Festival della Ruralità una tappa toccherà anche Lama Balice”.
Per il Sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, la ciclovia rappresenta "un intervento che è logica integrazione del più ampio progetto di sviluppo della mobilità sostenibile che stiamo perseguendo. La prospettiva è quella di offrire un percorso ciclopedonale ben segnalato e risistemato, interconnesso con un importante nodo ferroviario e il vicino aeroporto internazionale, capace di utilizzare sinergicamente al meglio strutture e servizi per la mobilità sostenibile già realizzati o di prossima realizzazione come il park & ride e il bike-sharing".
 
 
I PARCHI DEL SUD INSIEME VERSO EXPO 2015
PDF
Domenica 16 Novembre 2014 10:08
Il Parco Alta Murgia coordinatore dell’intesa per un progetto dedicato alla ruralità
 
La promozione di Expo 2015 - l’Esposizione Universale su un tema decisivo: “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, in programma a Milano dal 1° maggio al 31 ottobre 2015 - passa attraverso le aree protette del Mezzogiorno d’Italia.
Venerdì 14 novembre, a Castrovillari, nel Parco Nazionale del Pollino, i presidenti di sette Parchi del Sud, presenti anche alcuni direttori, hanno posto le basi per un protocollo d’intesa tra l’ente coordinatore, il Parco Nazionale dell’Alta Murgia rappresentato dal presidente Cesare Veronico e gli altri enti aderenti: Parco Nazionale del Pollino rappresentato da Domenico Pappaterra; Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni da Amilcare Troiano; Parco Nazionale dell’Appennino Lucano, Val d’Agri Lagonegrese da Domenico Totaro; Parco Nazionale della Sila dal commissario straordinario Sonia Ferrari; Parco Nazionale dell’Aspromonte dal presidente Giuseppe Bombino; Parco Nazionale del Gargano da Stefano Pecorella.
Obiettivo dell’intesa è la realizzazione di un progetto condiviso: una manifestazione itinerante che toccherà tutti i parchi aderenti con l’obiettivo di promuovere Expo 2015 nelle aree naturali protette del Mezzogiorno d’Italia e viceversa.
I Parchi nazionali del Sud, richiamando lo spirito della Carta di Matera, da essi sottoscritta nel settembre 2013 a conclusione degli eventi del progetto NATURARTE realizzato con lusinghiero successo dai Parchi di Basilicata, in coerenza con gli indirizzi diffusi dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, intendono, con questa manifestazione, collegare il capitale naturale delle aree protette con la ricchezza della biodiversità italiana da cui scaturisce la qualità e la sicurezza del cibo, energia per il pianeta.
Il progetto prenderà spunto dalla positiva esperienza del Festival della Ruralità realizzato dal 2013 dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia e da Legambiente che ha già ospitato nelle due precedenti edizioni testimonianze ed esperienze di numerose aree protette.
Con questa iniziativa si intende dar seguito all’impegno svolto in questi anni dalle aree protette italiane, in particolare i Parchi del Sud, nella valorizzazione dei prodotti tipici, a partire dall’Atlante dei prodotti tipici dei Parchi italiani, nella crescita delle filiere di qualità, e di modelli di sviluppo e conservazione delle tradizioni alimentari come elementi culturali dei territori interessati dalle aree protette. Le iniziative avranno come temi principali la dieta mediterranea, il racconto dei luoghi e delle comunità interessate e la promozione dei prodotti e delle tradizioni ad essi legate, capaci di contribuire a frenare la perdita di biodiversità e a conservare il paesaggi e la natura. La multifunzionalità dell’agricoltura moderna, i diritti e la legalità; i beni comuni; la coesione sociale e l’identità culturale del mondo rurale per promuovere la sicurezza alimentare, il risparmio di energia e di risorse naturali, la manutenzione del territorio e la tutela del paesaggi, la promozione dell’agricoltura sociale e di nuovi modelli di turismi.
Dopo la sottoscrizione dell’intesa, ciascuna area naturale protetta elaborerà le proprie proposte per allestire il programma della manifestazione.